Prendendo spunto dal libro “Storia di una matita”, la versione illustrata, si propone ai bambini un’attività di composizione di volti con materiali di recupero (e non solo).

Ecco alcuni esempi contenuti nel libro, a partire dalla copertina:

Iniziamo quindi a comporre le facce alla maniera buffa di Serge Bloch, l’illustratore del libro:

Che cosa serve

  1. Il libro di “Storia di una matita” (ci vuole sempre un po’ di ispirazione!)
  2. Dei fogli in cui disegnare un contorno di un viso senza particolari 
  3. Materiali di recupero (bottoni di vari colori e misure, conchiglie, foglie, tappi, lane colorate, ritagli di giornale, vecchi cd rovinati), ma anche qualche tipo di pasta e qualche oggetto di uso quotidiano a scuola (matite, gomme, graffette, temperamatite ecc)

A questo punto bisognerà solo iniziare la composizione. Buon divertimento! 

Questo è un punto di partenza. Poi ci si può sbizzarrire!

Posate - Copia